Continuare a giocare a DeAndre Jordan è la definizione di follia

Non pensavo che avrei effettivamente dovuto sedermi e scrivere che De Andre Jordan sta giocando i verbali legali nelle semifinali della Conference 2022, ma eccoci qui.

Gran parte del dialogo che ha portato alla partita di Gara 1 dei Sixers contro i Miami Heat ruotava attorno a come avrebbero gestito i minuti centrali con Joel Embid almeno fino a Gara 3. Invece di Paul Reed, che ha fatto la parte del leone. I ripetuti minuti contro i Raptors և sono rimasti, Rivers ha deciso di includere Jordan nella formazione titolare, che non ha visto nemmeno un minuto di gioco al primo turno.

È andata come tutti si aspettavano. Al 17 ° minuto della partita, Jordan ha segnato solo quattro punti – due rimbalzi, inclusi nessun rimbalzo offensivo, ed è diventato -22. I Sixers lo hanno superato di 71,5 punti ogni 100 gol in campo e di 12,9 punti a partita senza di lui. In una partita che a volte sembrava una vittoria, era un’incapacità che i Sixers semplicemente non potevano permettersi, anche se Doc Rivers ha affermato dopo la partita che Jordan aveva il supporto dei suoi compagni di squadra.

“Abbiamo parlato con i nostri ragazzi”, ha detto Rivers ai giornalisti. “Volevano un ragazzo grande, un grande filatore. Pensavo che il secondo tempo dovesse giocare così ogni notte. Quei primi quattro o cinque minuti sono stati fantastici per lui, ecco cosa ci serve. Anche noi amiamo Paul, ma non abbiamo bisogno di Paul perché è immorale, quindi non vuoi iniziarlo. ”

Certo, ma i Sixers stavano già lavorando in condizioni molto sfavorevoli senza Embid in campo. Nessuno nell’elenco, in particolare i suoi duplicati, può nemmeno avvicinarsi all’impatto che sta producendo gioco per gioco. Questo è qualcosa che non dovrebbe mai essere incoraggiato.

Tuttavia, i verbali di Jordan di lunedì sera sono stati così catastrofici che era quasi impossibile ignorarli. Come difensore, non è stato in grado di impedire a Heath di attaccare la vernice, a volte agendo come un passante che ha guardato mentre le paludi e le strisce pedonali lo superavano. Ad eccezione di due tiri, che erano i suoi unici gol in campo, non è stato un fattore in attacco, spesso solo girando senza meta al posto degli accoltellatori.

Eppure, Rivers ha raddoppiato dopo la partita, mantenendo Jordan in rotazione, citando ancora una volta il supporto dei giocatori come motivo principale per cui continuerà a stare con lui.

“Ci piace il DJ, continueremo ad avviarlo, che ti piaccia o no”, ha detto Rivers. “Questo è quello che faremo perché i nostri ragazzi credono in lui”.

Anche l’osservatore più distratto, per non parlare del compagno di squadra di Jordan, può vedere che ci sono opzioni infinitamente migliori per i Sixers rispetto a Jordan. Proprio come nella loro formazione di partenza, Reed è stato in grado di dare loro una grande spinta su entrambe le estremità nel suo 13esimo minuto di Gara Uno. Nonostante cinque falli, ha avuto quattro rimbalzi e quattro rimbalzi, “fornendo una difesa irripetibile” a bordo, il che ha aiutato i Sixers a ribaltare la maggior parte del primo tempo. Inoltre, la corsa, che alla fine ha visto i Sixers un punto prima dell’intervallo, prevedeva una squadra di cinque uomini con George Niang al centro, oltre a quattro titolari, Tares Maxey, James Harden, Danny Green e Tobias Harris.

Entrambe queste alternative presentano evidenti svantaggi. Reed è estremamente caotico, come lo sarebbe per i giocatori giovani e inesperti, և la piccola rosa ha molti riferimenti և difesa. Ma preferiresti vivere con il sopravvento, che chiaramente forniscono, invece della mera negatività che deriva dall’interpretare DeAndre?

È chiaro che Doc non la pensava così, poiché si è aggrappato a Jordan per iniziare il secondo tempo. Miami ha continuato ad attaccarlo durante l’attacco, և il gioco alla fine è diventato inaccessibile ai Sixers.

In tutta onestà, Jordan non è da biasimare per aver assunto il ruolo di protagonista in una squadra con grandi aspettative sugli spareggi quando chiaramente non è rimasto più nulla nel serbatoio. C’erano innumerevoli opportunità per dare a Reed, persino a Charles Bessie, le ripetizioni di cui avevano bisogno per essere almeno in qualche modo pronti per quei momenti. In quel caso, non sarebbe necessario affidarsi a un giocatore come Jordan.

Jordan non è stato l’unico motivo per cui i Sixers hanno abbandonato Gara 1. Questa squadra non vincerà molte partite quando colpirà 6 34 con un bell’aspetto (per lo più) profondo, respingendo 47-37 (di cui 15). 9 tavole offensive) e Harden prova solo 13 tiri. Il margine di errore era già abbastanza piccolo և diventa quasi inesistente quando molte cose vanno storte.

Ma se questa squadra vuole almeno darsi una possibilità di combattere prima che Embid possa tornare, allora continua a restituire a Jordan qualche minuto, è così che finiranno a Cancun invece che nel mezzo della competizione.

Leave a Comment

Your email address will not be published.