capriolo v. Le grandi aziende di Wade hanno già un precedente per l’azione

I predicatori dell’aborto marciano nel centro della città, Evo A. Vicino all’edificio del tribunale federale di DeConcini a Tucson, Arizona, USA, il 3 maggio 2022, a seguito di una fuga di una bozza di parere della maggioranza scritta dal giudice della Corte Suprema Samuel Alito, che era in preparazione per la maggioranza. La corte annullerà la decisione sull’aborto Roe v. Wade entro la fine dell’anno. La foto è stata scattata il 3 maggio 2022.

Stringer |: Reuters:

Poiché la fuga di notizie della sentenza della Corte Suprema aumenta la probabilità della morte di Rowe contro Wade, le aziende stanno spingendo per politiche sui diritti riproduttivi più favorevoli per le donne.

Negli ultimi mesi, diverse aziende, tra cui Apple, Citigroup, Salesforce e Yelp, hanno annunciato o annunciato un cambiamento nella loro politica sui benefici in connessione con una serie di sforzi del governo per limitare o vietare l’aborto. Amazon ha annunciato i nuovi vantaggi la scorsa settimana, mentre diverse società, tra cui JPMorgan Chase & Co., Goldman Sachs e Bank of America, hanno affermato che stavano rivedendo le politiche esistenti a seguito delle voci secondo cui la più alta corte del paese è potenzialmente sull’orlo. Fallimento della storica causa sul diritto all’aborto.

Con l’escalation della controversia sull’aborto, alcuni attivisti aziendali stanno esortando le aziende ad agire rapidamente per adottare una politica riproduttiva più favorevole prima di qualsiasi azione da parte della Corte Suprema. “È un’onda in questo momento, ma sarà un’onda, e quando Roe si capovolgerà, sarà uno tsunami”, ha affermato Andrew Behar, amministratore delegato di As You Sow, un azionista senza scopo di lucro.

Il mondo aziendale è controllato da ciò che dice o non dice in pubblico. Tra i giganti corporativi che sono stati madri in questa materia, alcuni potrebbero essere preoccupati per l’ingresso nella miniera politica o per la rabbia di alcuni elettori. Ma gli esperti di responsabilità sociale d’impresa affermano che, nonostante queste preoccupazioni, le aziende possono ancora far fronte alla questione del diritto d’autore.

“Le aziende pubbliche, che gli piaccia o no, sono al centro di questo dibattito”, ha affermato Carla Bjins, assistente professore di comunicazioni aziendali presso la Tepper School of Business presso la Carnegie Mellon University. “Continueranno a servire da esempio per altre attività”, ha affermato.

Alcune aziende hanno pubblicamente esortato altre aziende a prendere posizione. “Data la posta in gioco, i leader aziendali devono ascoltare le loro voci e agire per proteggere la salute e il benessere dei nostri dipendenti. “Significa proteggere i diritti riproduttivi”, ha affermato Levi Strauss & Co. in una dichiarazione il 4 maggio.

Naturalmente, prendere posizione su una questione polarizzata, come l’aborto, è una sfida per le aziende che si occupano di più componenti con opinioni diverse. Detto questo, il messaggio delle aziende non deve essere “apertamente politico”, ha affermato Martin Whitaker, amministratore delegato di Just Capital, un think tank senza scopo di lucro che cerca di migliorare i fattori aziendali, ambientali, sociali e di governance. “Se ti concentri su di esso come un problema di benefici per la salute, questa è probabilmente la base più sicura”, ha detto.

Questo è ciò che ha fatto Citigroup, ad esempio, և il suo CEO ha spiegato la posizione dell’azienda in risposta a una domanda dei suoi azionisti durante l’assemblea annuale del 26 aprile in merito alla politica di retribuzione dei dipendenti legati all’aborto per i viaggi. “Sappiamo che questo è un argomento che appassiona le persone. “Voglio chiarire che questo vantaggio non vuole essere una dichiarazione su una questione molto delicata”, ha affermato l’allora CEO Jane Fraser.

Le aziende assicurano l’aborto da anni e ora il cambiamento delle loro politiche è in linea, afferma Shelley Alpern, direttore del coinvolgimento aziendale di Rhia Ventures, che investe in soluzioni di assistenza sanitaria riproduttiva che danno potere alle donne. “Devono prendere provvedimenti ora per alleviare ciò che ci si aspetta”, ha detto.

In una dichiarazione alla CNBC, Yelp ha invitato il Congresso a codificare i diritti delle donne nel prendere decisioni sui loro corpi. Yelp ha affermato che le aziende dovrebbero “lavorare per proteggere i propri dipendenti, fornire pari accesso all’assistenza sanitaria di cui hanno bisogno, indipendentemente da dove vivono”.

Inoltre, la politica di viaggio dell’azienda quando si tratta di ottenere assistenza sanitaria non si limita all’aborto, con Amazon che cita la copertura di viaggio per un’ampia gamma di condizioni, dalla cura del cancro alla salute mentale all’abuso di droghe, ove disponibile.Nessuna opzione medica entro 100 raggio di miglia dalla casa del dipendente.

Da molti anni Citi offre vantaggi di viaggio che in genere consentono ai dipendenti di accedere a servizi sanitari speciali, come trapianti, procedure bariatriche o ortopediche, al di fuori della propria area.

“Quello che abbiamo fatto qui è stato tornare al nostro passato”, ha detto Fraser agli azionisti. “Ci occupiamo di benefici per la salute riproduttiva da oltre 20 anni. E la nostra pratica è stata quella di assicurarci che i nostri dipendenti abbiano la stessa copertura sanitaria, indipendentemente da dove vivono negli Stati Uniti. Quindi, a tal fine, abbiamo praticato per molti anni i risarcimenti di viaggio. “Rispettiamo le opinioni di tutti su questo tema”, ha detto.

Questo approccio ai benefici per la salute dei dipendenti è stato utilizzato per anni da Walmart, che lavora con “centri di eccellenza” in tutto il paese per fornire assistenza sanitaria ai dipendenti, nonché spese di viaggio e alloggio, tra cui chirurgia bariatrica e chirurgia del midollo spinale. salute, cura del cancro և altre condizioni.

Maggiori informazioni sulla politica sull’aborto della CNBC և Fuga di opinione sul progetto SCOTUS

Sarebbe ingenuo pensare che qualsiasi reazione alla decisione della Cassazione, anche se incentrata sui dipendenti dell’azienda, possa evitare del tutto un contenzioso politico. Il senatore repubblicano della Florida Marco Rubio la scorsa settimana ha introdotto una legislazione per far rispettare il codice fiscale per le aziende che offrono copertura sanitaria e di viaggio aggiuntiva.

Allo stesso tempo, secondo gli esperti di responsabilità aziendale, le aziende che trattengono i propri piani dagli stakeholder, inclusi dipendenti, investitori e clienti. Il silenzio prolungato di un’azienda può facilmente ritorcersi contro dipendenti, consumatori, azionisti.

Whitaker ha indicato l’ultimo ammonimento della Disney. Il gigante dei media è stato oggetto di un intenso controllo pubblico per la sua riluttanza iniziale a parlare contro la legislazione della Florida “Non dire gay”.

La direzione dell’azienda ha affermato di ritenere che sarebbe stato meglio lavorare dietro le quinte, ma in seguito ha promesso di sostenere gli sforzi per ribaltare la controversa legge.

“Quello che abbiamo visto con la Disney è che se sei dietro le quinte, suona davvero come un tradimento”, ha detto Kate Lamberton, professore di marketing di Alberto I. Duran alla Wharton School.

Le aziende che non operano in tempo potrebbero avere problemi ad attrarre e trattenere i migliori talenti. “Se sei il migliore della tua classe ad Harvard, ‘ricevi due offerte da aziende famose, una ha una politica favorevole e l’altra no.’

Inoltre, poiché i vantaggi estesi diventano la norma, le aziende che operano lentamente potrebbero dover affrontare un’ondata di contraccolpo. “Se un dipendente che lavora per un’azienda che non offre vantaggi finisce con un account da 2,3 milioni di dollari dopo queste esperienze, creerà una storia molto forte e continuerà ad attirare l’attenzione sulle decisioni dell’azienda”, ha affermato Lamberton.

Il posizionamento può essere particolarmente importante per le aziende che promuovono regolarmente ideali sanitari specifici come salute, uguaglianza più ampia e indipendenza come parte della loro identità pubblica.

“Non puoi mantenerti come un marchio che supporta determinati risultati della società, per rimanere in silenzio su una questione del genere. Semplicemente non ha senso “, ha detto Lamberton.

Di Cheryl Winocour Mank per CNBC.com

Leave a Comment

Your email address will not be published.