Cameo licenzia CTO, CPO e decine di altri

“Oltre a contanti, assegni, reti di pagamento tradizionali statunitensi, oggi competiamo con portafogli digitali, soluzioni ‘compra ora, paga dopo’, fintech, Big Tech, sistemi di pagamento in tempo reale e criptovalute”, ha affermato Bill Sheed, un senior fellow. Consigliere dell’amministratore delegato di Visa Al Kelly durante l’audizione. “Gli interventi normativi incentrati esclusivamente sulle reti di carte sposteranno la spesa dei consumatori da reti come Visa a metodi di pagamento più costosi con maggiori rischi, minore affidabilità, minore protezione e maggiore sicurezza”.

Le udienze sono state convocate per interrogare i capi delle società di carte di credito, banche, rivenditori e sostenitori dei consumatori sul possibile impatto della regolamentazione degli scambi di carte di credito. Visa և Mastercard prevede di aumentare le commissioni dal 2020, una mossa che è stata ritardata a causa di un focolaio և a causa dei reclami dei commercianti.

L’emendamento Durbin, approvato nel 2011, fissa le commissioni di scambio delle carte di debito a 22 centesimi, più lo 0,05% della commissione di transazione. Tuttavia, non ci sono regole per lo scambio di carte di credito negli Stati Uniti. Alcuni membri della commissione giudiziaria erano preoccupati per le commissioni elevate, oltre all’inflazione, per l’impatto sui consumatori quotidiani և piccole imprese, mentre altri temevano che limitare l’importo addebitato dalle società di carte di credito per le commissioni di cambio potesse effettivamente ridurre la concorrenza և opzioni per i consumatori nel mercato. .

Alla fine dell’audizione, non c’era un chiaro consenso su come o se il Congresso dovesse limitare le commissioni di cambio. Tuttavia, la sessione di domande e risposte ha contribuito a determinare come il Congresso potrebbe regolare la fonte di entrate che potrebbe essere necessaria per il settore emergente.

Molti dei senatori del comitato si sono affrettati a smentire le frequenti accuse di Visa և Mastercard di una crescente concorrenza da parte di Fintech, con il senatore Richard Blumenthal che l’ha definita una “mela arancione”. Tuttavia, alcuni altri argomenti di Visa և Mastercard sembrano avere più peso.

I dirigenti hanno affermato che le commissioni erano ragionevoli data la protezione dalle frodi, i premi, la convenienza e il potere d’acquisto che offrivano ai consumatori. I pagamenti sono aumentati in modo appropriato con l’aumento del rischio di sicurezza informatica durante l’epidemia, ad esempio, dopo che gli emittenti hanno affermato di aver bisogno di dedicare più risorse alla protezione dalle frodi. I dirigenti di Visa և Mastercard hanno anche citato ripetutamente un rapporto del Government Accountability Office, in cui si afferma che il cambiamento di Durbin ha ridotto l’accesso ai servizi finanziari per i non bancari, cosa di cui alcuni senatori apparentemente preoccupati.

Tuttavia, i difensori dei consumatori e i commercianti hanno negato con veemenza le accuse. Lo studio GAO è stato un “sondaggio” imperfetto di domande fuorvianti, ha affermato Doug Cantor, consigliere capo della National Association of Convenient Stores. Laura Shapira Carrett, CEO di Giant Eagle Grocery Store, ha affermato che Visa և Mastercard controlla l’80% del mercato è coinvolta in un dipolo “come un passo և” come un talker impostando le commissioni di cambio totali. Ed Mierzwinski, direttore senior del Programma federale per i consumatori USA-PIRG, ha citato una recente chiamata del direttore finanziario di Visa in cui affermava che l’inflazione era un “profitto netto” per la società poiché le commissioni di cambio erano addebitate come parte del totale. ricavi lordi.

Il passo più ovvio nell’accordo sarebbe che il Congresso scrivesse qualcosa di simile all’emendamento Durbin sulle transazioni con carta di credito, stabilendo un limite per le commissioni di transazione. Ma i senatori fecero anche altre proposte. Il senatore Mazi Hirono, ad esempio, ha chiesto se l’abolizione della regola delle cosiddette “carte d’onore” aumenterebbe la concorrenza. La regola è che i contratti di molti emittenti di carte di credito con i commercianti richiedono ai venditori di accettare ogni carta di credito offerta dall’emittente. Ciò include carte premio premium con commissioni più elevate su cui società come Visa e Mastercard incoraggiano i consumatori con i tacchi buoni a spendere di più a vantaggio dei rivenditori.

La senatrice Amy Klobuchar ha chiesto se una migliore applicazione dell’antitrust potrebbe risolvere il problema. I sostenitori dei consumatori hanno affermato che sarebbe d’aiuto, ma c’erano anche grandi lacune nella legislazione attuale. “Questa è un’area in cui il dipartimento antitrust del ministero della Giustizia è stato attivo nel tempo, come la Federal Trade Commission, ma c’è ancora molto da fare”, ha affermato Cantor.

“Molto bene”, rispose Klobuchar.

Correzione ․ Una versione precedente di questa storia ha digitato erroneamente Ed Mierzwinski անունը ուրբ un esempio di cambiamento di Durbin. Questa storia è stata aggiornata il 4 maggio 2022.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *