Bucks contro Celtics. Wesley Matthews blocca Jason Tatum per aiutare Milwaukee a prendere il gioco chiave da Boston

MILUOK – Mentre gli arbitri si dirigevano verso il monitor per rivedere l’ultima partita delle regole, sul grande schermo del Fisher Forum è apparso un replay, che mostrava che la punta delle dita di Al Horford era ancora in contatto con la palla quando si è accesa la luce rossa. La folla esplose e la celebrazione iniziò prima che il capo di stato maggiore Zach Zarba annunciasse ufficialmente che i Milwaukee Bucks avevano vinto la terza partita del secondo turno contro i Boston Celtics, 103-101.

Il confronto di sabato è stato molto – fisico, drammatico – controverso. A volte, sembrava persino più un gioco di ECW Street Fight che un vero gioco di basket. Ma alla fine, è stata la vittoria dei Bucks, che hanno lottato, controllando letteralmente la serie lontano dai Celtics.

Con una vittoria per 2-1 ora, Baxi è a sole due vittorie dalla sua seconda trasferta consecutiva alle finali della Eastern Conference, la sua terza apparizione in quattro stagioni. Per arrivarci, avranno bisogno di più prestazioni difensive di quelle che hanno fatto in Gara 3, poiché hanno mantenuto i Celtics al 36,8% di tiri և 82,4 metà offensiva per un Cleaning The Glass.

La parte più notevole dei loro sforzi è stata mantenere Jason Tatum 4 su 10 punti da 19 tiri dal campo. Punti di spareggio Tatum, percentuale di gol և tentativi di tiro libero erano tutti in questa partita. È uguale al suo secondo punteggio più basso in un’intera stagione, per la prima volta dal 30 marzo, quando non è riuscito a segnare tre punti. In una parola, Tatum fu imprigionato.

«[Wesley Matthews] si assume la maggior parte di quel compito, Acqua [Holiday] “L’orgoglio personale dei due ragazzi, le capacità difensive individuali sono piuttosto speciali e uniche”, ha detto l’allenatore del Baxi Mike Budenholzer. “E poi la difesa della squadra che li circonda. Brooke, Janis, l’attività, la competitività erano a posto”.

Meno di due minuti dopo la partita, Matthews ha festeggiato. Si è nascosto sotto lo schermo per bloccare il drive di Tatum, costringendo la stella dei Celtics a concedere palla. Poi, quando Tatum ha provato a postare, Matthews lo ha spinto in alto, lo ha fermato e ha fatto una svolta terribile.

Alla fine del quarto quarto, dopo che i Celtics hanno segnato 20-9, riducendo il punteggio a uno, Matthews era di nuovo nella sua fascia individuale più impressionante contro Tatum. Ha combattuto attraverso lo schermo, spegnendo un motore, poi l’altro, costringendolo a girare e rimanendo in piedi per competere dopo aver perso l’equilibrio.

Questi sono i momenti che spiccano. Battaglie individuali in cui ogni osservatore è concentrato su quella particolare azione. Non c’è confusione, non c’è una conoscenza più approfondita del gioco, necessaria per capire quanto Matthews faccia lavorare Tatum anche solo per uscire dal tiro.

Le statistiche dei difensori più vicini non sono sempre perfette, ma significano qualcosa, soprattutto quando vedi che persone come Tatum sono 0 contro 10, quando Matthews era il difensore principale.

“Era incredibile”, ha detto Janis Antetokunmpo. “Lei è stata fantastica. La tenne in avanti, mostrando i suoi corpi il più affollati possibile, costringendola a colpire duramente. Era incredibile”.

Ma per quanto incredibile possa essere stato a volte, la difesa di Matthews non è stata l’unica ragione per cui Tatum ha giocato una delle partite meno produttive della sua carriera post-stagionale. Il veterano ha lavorato duramente fuori palla, dapprima nelle sue mani, che spesso passavano inosservate per riuscire.

Prendi questo gioco, per esempio, all’inizio del terzo quarto. I Celtics hanno ordinato a Tatum di alzare la palla a terra, quindi Matthews ha iniziato a fare pressione su di lui vicino al centro del campo, costringendolo a passare la palla. Pochi secondi dopo, Marcus Smart lo girò. Matthews non riceverà un furto o un colpo contestato per questo. Molto probabilmente, non se ne è nemmeno accorto, ma ha aiutato la sua squadra.

Matthews (իդ Holiday) ha trascorso l’intera notte con Tatum. Lo hanno subito sollevato, atterrato, costretto a lavorare solo per aggirare il campo, per non parlare di provare a segnare un gol. Ironia della sorte, questo è simile a ciò che Tatum and Co. hanno fatto a Kevin Durant con grande successo al primo round.

“È un gioco nel gioco”, ha detto Holiday. “A volte puoi essere il leader, a volte puoi seguirlo. Vuoi solo dargli un aspetto diverso. Devi dare loro prospettive diverse su qualcuno che è un attaccante prolifico, qualcuno che può scendere in campo in qualsiasi momento. Non solo tu. , ma Wes ha fatto un ottimo lavoro. Non dargli spazio, rendi tutto difficile, cerca di tenerlo il più lontano possibile dalla linea di tiro libero”.

Matthews և I Bucks hanno fatto il loro lavoro sabato և se ripeteranno questa prestazione lunedì, avranno la possibilità di prendere il vantaggio di 3-1. Ma non tutti i giocatori NBA, come Tatum, sono irrequieti e tornerà con vendetta. Se mostra una grande serata, i Celtics possono portare il punteggio di 2-2 և portare via il vantaggio del campo di casa terzino destro.

“Voglio dire, ovviamente, mi aspetto di giocare meglio”, ha detto Tatum. “Devo essere migliore. “Lo so, lo sanno i miei compagni di squadra, sono sicuro che lo farò”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.