Bombardamento nel rifugio della scuola di Lugansk. Un’esplosione di una bomba vicino alla capitale russa, Kabul, ha ucciso almeno 60 persone, ha detto un funzionario ucraino



CNN:

Un funzionario ucraino ha detto sabato che circa 60 persone sono rimaste uccise dopo che un aereo russo ha sganciato una bomba su una scuola nella città ucraina di Lugansk, dove si stavano rifugiando civili.

Il capo dell’amministrazione militare regionale di Luhansk, Serhiy Hayday, ha affermato che l’edificio scolastico è stato distrutto.

“L’esplosione è avvenuta all’interno dell’edificio. I soccorritori smantellano i detriti il ​​prima possibile. (trovare qualcuno ancora vivo) è molto improbabile. C’erano 90 persone nell’edificio scolastico; “27 sono sopravvissuti, 60 persone, con ogni probabilità, sono morte”, ha detto Hayde.

Haydn ha detto che un attacco aereo russo ha colpito una scuola nel villaggio di Bilohorivka, a circa sette miglia dalla prima linea del conflitto in corso nell’Ucraina orientale, intorno alle 16:37 (9:37) di sabato. acceso, che ha impiegato quasi quattro ore per spegnersi.

Le fotografie della scena mostrano i soccorritori che perquisiscono le macerie in fiamme dell’edificio scolastico.

I sopravvissuti all’attentato hanno descritto la loro orribile esperienza in un’intervista alla CNN.

“Sono stato colpito da una lastra, mi sono appoggiato alla palla”, ha detto un uomo con una benda sul naso e sulla fronte, che ha scelto di non rivelare il suo nome per motivi di privacy. “Dopo la prossima esplosione, ci sono state lanciate piccole pietre. buio. ”

Lui continuò. “C’era una donna nella nostra stanza che urlava tutto il tempo. È stato portato fuori e urlato tutto il tempo. Gliel’ho detto. “Non gridare.” Non siamo riusciti a sentire nulla”.

“Hanno iniziato a scavare”, ha detto. “Sono uscito. “Ero come un ubriacone, perso.”

Un video della scuola condiviso da Haydn su Telegram mostra un edificio che crolla al suolo durante un attacco.

Un altro sopravvissuto, Sergey, ha detto che si trovava nel seminterrato della scuola quando la bomba lo ha colpito, che tutti e tre i piani dell’edificio erano crollati “al suolo”.

“Non abbiamo capito nulla”, ha detto Sergey. “Eravamo dentro. Tutto è caduto in una volta. Buio. fine. ”

Yevgeny, nel frattempo, ha descritto la fuga disperata.

“Sono stato il primo a iniziare ad arrampicare”, ha detto. “Stavo raccogliendo mattoni e li buttavo via. C’erano assi e assi di legno. La gente del posto, che non era nel seminterrato, ha aiutato ad abbattere le assi con una pipa. ”

I sopravvissuti raccontano che tra i vicini con cui si sono rifugiati ci sono diversi nonni anziani.

“Immagina cosa hanno bombardato”, ha detto Sergei. “Un villaggio qualunque con solo pensionati e bambini.”

I paesi occidentali hanno reagito con indignazione al bombardamento. Il ministro degli Esteri britannico Liz Tras ha detto domenica di essere “terrorizzata”, aggiungendo: “Il prendere di mira deliberatamente le infrastrutture civili della popolazione civile equivale a crimini di guerra”. “Faremo in modo che il regime di Putin sia ritenuto responsabile”.

Da quando Mosca ha invaso l’Ucraina, le forze russe hanno ripetutamente attaccato civili in fuga o rifugio.

Scuole, asili e ospedali sono stati tutti presi di mira dalla Russia, secondo le Nazioni Unite.

Amnesty International ha dichiarato venerdì che le forze russe “devono essere assicurate alla giustizia per una serie di crimini di guerra commessi nella città nord-occidentale di Ki a seguito di un’indagine del gruppo sull’Ucraina”.

L’indagine, basata su “uno studio su larga scala di dozzine di interviste e prove materiali”, ha rilevato “attacchi aerei illegali su Borodyanka, esecuzioni extragiudiziali in altre città e villaggi, tra cui Bucha, Andriivka, Zdvizhivka e Vorzel”.

I combattimenti a Lugansk sono in corso da mesi, soprattutto dopo che la Russia ha riconcentrato la sua invasione della regione orientale del Donbas.

Hayde ha detto sabato alla televisione ucraina, poche ore prima dell’attentato alla scuola, che la situazione era difficile.

“Il più grande sforzo compiuto dal nemico è sfondare in direzione di ասն Serodonetsk և Voyodivka a Popasna. “Fu lì che dispiegarono la più grande quantità di equipaggiamento e equipaggiamento delle loro truppe”, ha detto.

“È qui che il maggior numero di bombardamenti, missili e attacchi aerei è permanente. è solo una situazione terribile. “I nostri ragazzi stanno resistendo, stiamo aspettando aiuto e rafforzamento”, ha detto.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori informazioni.

Leave a Comment

Your email address will not be published.