Bob Lanier, solista della NBA Hall of Fame, è morto all’età di 73 anni

Bob Lannier, un omone mancino che era un muscolo accanto a Karim Abdul-Jabbar come uno dei migliori giocatori della NBA negli anni ’70, è morto martedì. Aveva 73 anni.

L’NBA riporta che Lanier è morto poco dopo la malattia. La Hall of Fame ha lavorato come ambasciatore mondiale per la lega. The Athletic ha riferito nel 2019 che Lanier è in cura per un cancro alla vescica.

Lanier ha trascorso 14 stagioni con i Detroit Pistons e i Milwaukee Bucks, con una media di 20,1 punti e 10,1 rimbalzi durante la sua carriera. È il terzo nella lista della carriera di Pistons con punti e rimbalzi. Detroit ha classificato Lanier n. 1 nella squadra nazionale nel 1970 dopo aver eliminato il St. Bonaventure negli ultimi quattro.

Il commissario NBA Adam Silver ha affermato che Lanier è uno dei centri più talentuosi nella storia del campionato, aggiungendo che i suoi successi sono molto più di quelli che ha fatto in campo.

“Per oltre 30 anni, Bob è stato il nostro ambasciatore globale, assistente speciale di David Stern e poi di me, viaggiando per il mondo insegnando i valori del gioco per avere un impatto positivo sui giovani di tutto il mondo”, ha detto Silver in un dichiarazione. “È una storia d’amore per Bob, una delle persone più gentili e oneste che abbia mai visto”.

Lanier è entrato nella Naismith Memorial Basketball Hall of Fame nel 1992. Ma le sue scarpe a misura di barca sono arrivate prima di lui, sfoggiando le sue scarpe da ginnastica di bronzo al santuario.

Bucksman Bob Lanier ha sparato al 76esimo giocatore Daryl Dawkins durante una partita di playoff NBA del 1981.
SM:

Era noto per aver indossato stivali da 22 piedi, cosa che è stata contestata nel 1989 da un portavoce di Converse che ha detto all’Atlanta Constitution che Lanier indossava scarpe di 18 1/2.

“Il 22 che indossava era noto per essere di dimensioni coreane”, ha detto Gary Stocken, un commerciante di scarpe.

Era un fatto indiscutibile che le sue gambe fossero grandi.

“Molte persone possono mettere entrambi i piedi in una delle mie scarpe”, ha detto Lanier alla rivista HOOP.

È nato nel 1948. Il 10 settembre, a Buffalo, New York, Lanier è stato girato al St. Bonaventure College, dove ha segnato una media di 27,6 punti contro 15,7 rimbalzi in tre stagioni. I Bonnies raggiunsero i quarti di finale nel 1970, ma Lanier si infortunò al ginocchio nella finale regionale e il Saint-Bonaventure perse contro Jacksonville nella semifinale nazionale.

Durante la sua carriera, Lanye ha superato una serie di infortuni ortopedici, affrontando problemi alla spalla, alla schiena, al gomito, alle dita delle mani e dei piedi. Ma questo non gli ha impedito di guadagnarsi un posto nei migliori centri della NBA della sua epoca. Dopo essere entrato a far parte della All-New Team nel 1971, ha segnato una media di almeno 21 punti և 11 rimbalzi per ciascuna delle sette stagioni successive. Lanier è stato otto volte All-Star և MVP dell’All-Star Game del 1974.

Bob Lanier (a destra) ride con Julius Erving a un evento del 2004.
Bob Lanier (a destra) ride con Julius Erving a un evento del 2004.
SM:

Lanier potrebbe sconfiggere gli avversari dall’interno: dall’esterno controllando i tabelloni. Sia che Abdul-Jabbar fosse un tiro con il gancio più famoso, il gancio del cielo, il tiro di Lanier era un sacco di armi.

“I ragazzi non hanno cambiato molto le squadre, quindi quando hai affrontato i Bulls o i Bucks o i New Yorkers, hai avuto tutta questa competizione”, ha detto Lanier a NBA.com nel 2018. “Lanier contro Jabar. Jabar contro Willis Reed. E poi (Wilt) Chamberlain, Artis Gilmore և Bill Walton. Hai avuto tutte queste persone fantastiche, il gioco è stato giocato dall’interno verso l’esterno”.

Per quanto Lanier fosse eccezionale, i Pistons hanno vinto solo una serie di playoff con lui. Ha giocato 64 o meno partite in ciascuna delle sue ultime quattro stagioni complete con Detroit. Nel febbraio 1980 fu trasferito a Milwaukee.

Lanier aveva una media di meno minuti per i Buckeyes, ma faceva parte della squadra di Milwaukee che raggiunse la finale della Archelles Conference nel 1983-84, le ultime due stagioni della sua carriera.

È stato anche presidente della Players’ Union negli ultimi anni della sua carriera, con Silver che ha affermato di “aver svolto un ruolo chiave nella negoziazione di un contratto collettivo”.

Lanier ha guidato la carriera di Detroit con punti e rimbalzi, prima di essere superato da Isya Thomas e Bill Leimbir in quelle categorie, e il suo record di franchigia in una partita di 33 rimbalzi è stato guidato da Dennis Rodman.

Nel 1995, Lanier è stato assistente allenatore dei Golden State Warriors, per poi assumere temporaneamente l’incarico dopo le dimissioni di Don Nelson. Lanier ha segnato 12-25 e i Warriors hanno trovato un altro allenatore dopo la stagione.

Lanier è stato premiato con l’NBA J. Il Walter Kennedy Citizenship Award per l’eccezionale servizio pubblico nella stagione 1977-78. Dopo la sua carriera da giocatore, ha contribuito a lanciare la campagna NBA “Stay at School” e ha partecipato ad altre campagne di campionato.

“C’è così tanto bisogno qui”, ha detto Lanier. “Quando viaggi in diverse città, in diversi paesi, vedi che ci sono così tante persone in una situazione difficile che l’NBA può fare solo così tanto. Facciamo un’enorme, enorme differenza, ma c’è sempre molto altro da fare”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.