Bloccato in Cina – Il New York Times

Al culmine della peggiore epidemia di Covid in Cina, le autorità di Shanghai hanno sequestrato splendidi grattacieli per uffici, trasformandoli in centri di isolamento di massa. Piano per stanza, stanza per stanza, gli edifici erano pieni di gente, i letti erano disposti in file strette.

Quegli edifici և Il più ampio blocco di Shanghai ha rafforzato il Partito Comunista al governo cinese per mobilitare risorse nella sua ricerca per eliminare il Covid. Ma furono profondamente delusi dai fallimenti del governo e dai problemi schiaccianti.

La polizia in bianco si è scontrata con la polizia a Shanghai residenti arrabbiati che si lamentavano furono sfrattati dalle loro case quando i loro edifici furono usati come rifugi.

All’interno di questi centri mancava il silenzio, la privacy, persino le docce. Yolanda Zhou, residente a Shanghai, dice che suo nonno di 86 anni ha pianto quando è stato mandato in un edificio per uffici così alto. “C’erano molte persone in quell’ambiente, quindi era piuttosto spaventato”, ha detto la signora Zhou.

Il blocco settimanale di Shanghai, la più grande città cinese con 25 milioni di abitanti, è il più grande che il Paese abbia imposto in più di due anni. Aziende e fabbriche chiusero e se ne andarono Le strade della capitale finanziaria sono vuote, Un quotidiano promemoria dei pesanti costi della politica “zero Covid” del partito.



Il New York Times:

“Prendi tutti quelli che devono essere accettati”

I leader cinesi hanno imposto quarantene di massa, esortando i funzionari ad “accettare tutti coloro che devono essere accettati”. Ciò significava che chiunque fosse risultato positivo sarebbe stato inviato in ospedali o strutture di isolamento in scuole, centri espositivi e altri luoghi pubblici.

Più di 100 persone a West Shanghai dorme sui letti stipato in un edificio per uffici convertito. C’erano solo quattro bagni, senza doccia միայն C’era solo un’opzione per la colazione: pane semplice.

Un altro centro congressi aveva migliaia di letti disposti in zone. delimitato da segni viola. I fari erano accesi 24 ore su 24, costringendo i residenti a usarli cartone per bloccare la loro lucentezza dura.



Leon Cheng

Leona Cheng, una studentessa sui 20 anni, dice che infermieri e medici erano così occupati che era difficile ottenere aiuto. La mancanza di personale ha creato condizioni di vita difficili.

Esso: chioschi per toilette portatili Presto è diventato così pieno di rifiuti umani che la signora Cheng ha detto di aver smesso di bere acqua per alcuni giorni, quindi non avrebbe dovuto usarla così spesso.



Leon Cheng

Tali condizioni esistevano nel reparto di isolamento di una scuola secondaria nel distretto di Baoshan a Shanghai.

Dentro palestra, Erano sdraiati su letti allineati con un braccio divaricato. nel corridoio, la spazzatura si stava accumulando accanto al letto occupato.


u / 1859404834 tramite Storyful

Le barriere in tutta la città tenevano i residenti all’interno e costringevano gli altri a uscire.

C’erano molti autisti di consegna dormire in tenda per strada, impossibilitati a rientrare nei propri edifici residenziali perché bloccati.



Il New York Times:

Questi conducenti sono stati un’ancora di salvezza per milioni di persone che sono confinate nelle loro case, trasportando cibo, forniture e medicinali di cui avevano tanto bisogno che mettono in pericolo la loro salute a una paga molto bassa.

“Vogliamo mangiare, vogliamo lavorare”.

Il blocco frettolosamente ordinato ha causato una diffusa carenza di cibo, forniture e interruzioni dell’assistenza medica per le persone con altre malattie. I residenti hanno risposto con una rara ondata di rabbia.

I video delle proteste sono rari su Internet cinese, dove la censura statale lavora 24 ore su 24 per cancellare il dissenso. Ma durante il blocco, alcuni di questi video sono stati condivisi e ampiamente visualizzati dagli utenti cinesi dei social media.

Il Times ha scoperto che և ha analizzato tre diversi filmati di una manifestazione a Datang Huayuan, una comunità nel distretto di Baoshan a Shanghai, alla fine di marzo. In uno dei video, un folto gruppo di persone si è radunato all’esterno. “Vogliamo risorse”. gridò una donna in un corno di toro. “Vogliamo sopravvivere”. I video dell’incidente da allora sono stati rimossi da Weibo, una piattaforma popolare come Twitter.

In alcuni distretti, le sovvenzioni statali sono state trascurabili. Anche le persone più ricche cercavano generi alimentari. Molti anziani che non utilizzano smartphone o app per lo shopping online si trovano improvvisamente tagliati fuori dalla vita quotidiana և fonti di cibo.

Altri si sono lamentati delle restrizioni che impedivano loro di lavorare, anche quando dovevano continuare a pagare l’affitto in una delle città più care del mondo. Il Times ha analizzato la posizione di un altro video della protesta, originariamente pubblicato su Weibo, dove i residenti di Luoyang Sancun, una comunità della classe media nel sud-ovest di Shanghai, si sono riuniti all’esterno, cantando all’unisono: “Vogliamo mangiare, vogliamo lavorare, vogliamo il diritto all’informazione”.

A volte si sono verificate controversie tra residenti e “impiegati statali” che hanno chiuso gli ingressi di alcuni condomini utilizzando: metallo verde recinzioni.



Il New York Times:

Le persone stanno respingendo con crescente intensità ciò che considerano una ridondanza autoritaria.

Quando Shanghai ha separato i bambini dalle loro famiglie, i genitori hanno organizzato firme online, costringendo i funzionari a fare concessioni. Quando i paramedici hanno picchiato Corgi, che pensavano potesse essere stato infettato, i residenti si sono lamentati, costringendo gli operatori della comunità ad ammettere che l’omicidio era troppo grande.

Una notte, su una strada trafficata, furono affissi quattro manifesti, che riecheggiavano la stanchezza, il dolore e la rabbia della città. Uno dei cartelloni pubblicitari elencava le persone che erano morte dopo aver rifiutato le cure արկում alludendo a pressioni più ampie. Un altro ha criticato la censura cinese.

Immagini dai manifesti Diffusa su Weibo և l’app di messaggistica cinese privata di WeChat, ma rapidamente censurata. Il podcaster di Shanghai Gao Ming ha detto che la polizia cinese gli aveva chiesto di cancellare un tweet contenente le foto del poster. Ha rifiutato.







“Opponi al blocco illimitato”













“Infermieristica allo Shanghai Eastern Hospital, suonatore di asma, violinista…”

“L’infermiera dello Shanghai Eastern Hospital…”

“Wuhan, Shanghai, Fenshyan, Ucraina, vero?”







“Questo contenuto viola le regole, non può essere visualizzato.”



I manifesti erano già scomparsi al mattino.

“Il più grande deficit di diritti umani”.

Le autorità si sono opposte alla protesta con tutte le forze di polizia disponibili, i servizi speciali e l’esercito”.

I media statali hanno pubblicato video che evidenziano l’impegno dei volontari sanitari cinesi e mostrano i pazienti in quarantena che ballano per tenere alto il morale. I censori si sono precipitati a cancellare le discussioni online dei video sulla carenza di cibo.

Tuttavia, alcuni utenti cinesi di Internet sono stati in grado di rimanere un passo avanti, invertendo la tendenza. Gli utenti hanno iniziato a utilizzare l’hashtag “Gli Stati Uniti sono il paese con il più grande deficit di diritti umani”. per esprimere le loro critiche alle azioni del governo a Shanghai.



Utente @ 用 名 名:::

Utente @ 用 名 名::Gli #Stati Uniti sono il paese con il più grande deficit di diritti umani #Destra, quindi chiudiamo la porta alle persone, uccidiamo animali domestici, sprechiamo risorse mediche in modo che i pazienti con malattie acute e gravi non possano essere curati, ma il nostro tasso di mortalità è probabilmente zero. !

Il Times ha nascosto i nomi degli utenti.

Il gioco Whac-A-Mole si è intensificato tra i censori online dalla sua uscita la scorsa settimana. “Voci di aprile”. Un video di sei minuti che copre le voci dei residenti che chiedono aiuto a funzionari, operatori della comunità e riprese aeree bianche di Shanghai.

“Questo virus non ti ucciderà, ma la fame ti ucciderà”, dice un uomo.

“Sono deluso di non poterti aiutare”, ha detto un impiegato del quartiere. “Se non altro, sono ancora più affranto di te.”


Tradotto da China Digital Times tramite YouTube

I censori hanno fatto grandi sforzi per rimuovere il video. Ma gli utenti hanno insistito. Pubblicavano costantemente il video, costantemente capovolgilo, ruotalo e incorporalo in altri video.


Per un momento, l’ondata di censura ha persino acceso accesi dibattiti sulla libertà di parola.

Presto anche loro furono censurati.

Leave a Comment

Your email address will not be published.