Biden sta espandendo massicciamente la guerra degli Stati Uniti con la Russia

Giovedì, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha chiesto al Congresso di approvare $ 20 miliardi di spedizioni di armi per la guerra degli Stati Uniti con la Russia come parte di un pacchetto di spesa da $ 33 miliardi.

Ad oggi, gli Stati Uniti hanno inviato all’Ucraina armi per un valore di 3,7 miliardi di dollari, il che significa che Biden propone un aumento di sei volte del coinvolgimento degli Stati Uniti nel conflitto. Ciò significherebbe una svolta quantitativa nella guerra, un’espansione massiccia dell’intervento statunitense, proprio mentre la guerra sta rapidamente andando fuori controllo e si sta trasformando in un conflitto continentale.

Il presidente Joe Biden cammina per parlare con i giornalisti prima di salire a bordo dell’Air Force One all’aeroporto internazionale De Moyes, De Moyne, Iowa, martedì 12 aprile 2022, per Washington. (Foto AP / Carolyn Kaster)

La dichiarazione fa parte di una più ampia escalation del coinvolgimento degli Stati Uniti nella guerra, in cui i funzionari statunitensi stanno riconoscendo sempre più apertamente che gli Stati Uniti sono in realtà in guerra con la Russia. All’inizio di questa settimana, il segretario alla Difesa Lloyd Austin ha descritto un incontro tra funzionari statunitensi e il presidente ucraino Vladimir Zelensky, dicendo che “durante l’incontro ci siamo concentrati sulle cose che ci permetteranno di vincere la lotta attuale”. Poi disse Austin. “Vogliamo vedere la Russia indebolita”.

In un’intervista con la CBS domenica, l’ex comandante dell’esercito americano in Europa Ben Hodges ha dichiarato: Gli Stati Uniti, ha detto Hodges, devono dichiarare: “Vogliamo vincere”. Ha concluso che “questo significa finalmente spezzare la schiena alla capacità della Russia di proiettare potere al di fuori della Russia”.

Il discorso di Biden, destinato a un pubblico molto più ampio di quello di Austin o Hodges, era caratterizzato da bugie spudorate e palesi che contraddicevano le dichiarazioni del suo stesso ministro della Difesa.

“Abbiamo bisogno di questo disegno di legge per sostenere l’Ucraina nella sua lotta per la libertà”, ha detto Biden. “Quindi dobbiamo investire in armi, finanziamenti, munizioni, assistenza economica. Sosteniamo il popolo ucraino quando difende il proprio paese, o lo sosteniamo mentre i russi continuano le loro atrocità e aggressioni in Ucraina”.

Siamo scortesi. La guerra di Biden con la Russia non ha nulla a che fare con il popolo ucraino, che viene utilizzato dal regime cleptocratico di K come carne da cannone per volere dei suoi pagatori a Washington.

Gli Stati Uniti hanno provocato una guerra bloccando la Russia con truppe, carri armati e armi nucleari, estendendo i confini della NATO a 400 miglia a est per decenni e sostenendo i piani dell’Ucraina di riconquistare la Crimea, che la Russia considera suo territorio. Gli obiettivi di Washington non sono altro che il rovesciamento del governo russo, la completa subordinazione della Russia all’imperialismo, che Biden ha riconosciuto quando ha dichiarato il mese scorso che Putin “non poteva rimanere al potere”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.