Biden amministratore. Intel, che aiuta l’Ucraina a uccidere i russi, dovrebbe essere “chiusa”. ex funzionari

  • Ex funzionari statunitensi hanno affermato che l’amministrazione Biden dovrebbe “tacere” sulla condivisione dell’intelligence con l’Ucraina.
  • È arrivato dopo che il rapporto del NYT diceva che l’intelligence statunitense stava aiutando l’Ucraina a uccidere i generali russi.
  • Il diplomatico veterano afferma che discutere dell’intelligence usata per prendere di mira la Russia intensificherà la propaganda di Putin secondo cui la Russia è una vittima.

Ex funzionari e diplomatici statunitensi hanno criticato aspramente l’amministrazione Biden negli ultimi giorni per un rapporto del New York Times basato su conversazioni con alti funzionari secondo cui l’intelligence statunitense stava aiutando l’Ucraina a uccidere i generali russi.

“Stai zitto”, ha detto John Cifer, un ex ufficiale della CIA che ha prestato servizio in Russia. tweet: Nel rapporto del Times.

L’ex ambasciatore degli Stati Uniti in Russia Michael McFaul ha risposto a Sipher in un tweet Egli ha detto“Esatto, nessuno dovrebbe parlare di queste cose con la stampa”.

Aaron David Miller, un ex diplomatico statunitense, ha parlato con un tono simile nei tweet che “l’intero cambio di tono” avvenuto dopo la visita del Segretario di Stato Anthony Blinken in Ucraina da parte del Segretario alla Difesa Lloyd Austin è “inquietante”.

“L’indebolimento della Russia, la vittoria, և ora @ le storie del NYT sull’assassinio dei generali russi. Perché non possiamo semplicemente tacere?” ha detto Miller.

I rapporti sulle telecomunicazioni del NYT և NBC News suggerivano, senza specificare, che gli Stati Uniti fornissero informazioni come immagini ad alta risoluzione o radar o trasmissioni radio che l’esercito ucraino potrebbe utilizzare per pianificare gli attacchi. Il NYT riporta che “la Casa Bianca trova un certo valore nell’avvertire la Russia che l’Ucraina sopporta il peso degli Stati Uniti e della NATO”, ma il Pentagono ha insistito sul fatto che non fornisce all’Ucraina la posizione dei generali russi che non hanno alcun ruolo da svolgere . . nelle decisioni ucraine su dove colpire.

Austin dopo un viaggio a Ki il mese scorso ha detto ai giornalisti“Vogliamo vedere la Russia indebolita al punto da non poter fare quello che ha fatto quando ha invaso l’Ucraina”.

I sinceri commenti di Austin sono arrivati ​​settimane dopo che il presidente Joe Biden è stato accusato di chiedere un cambio di regime in Russia dopo aver detto che il presidente russo Vladimir Putin “non poteva rimanere al potere”. La Casa Bianca ha cercato di chiarire le parole di Biden, osservando: “L’obiettivo del presidente era che Putin non potesse esercitare il potere sui suoi vicini o sulla regione. “Non ha discusso del governo di Putin in Russia o del cambio di regime”.

A seguito dei commenti di Austin, il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale ha dichiarato in una dichiarazione alla CNN: “Vogliamo vincere l’Ucraina”, ha detto. “Uno dei nostri obiettivi è stato quello di limitare la capacità della Russia di farlo di nuovo”, ha affermato il segretario Austin. Per questo stiamo armando gli ucraini”.

nave da guerra russa "Mosca" ("Mosca"), incrociatore missilistico guidato di classe Slava, al largo delle coste del Mare del Nord nel 2014.

Nave da guerra russa “Mosca” (“Mosca”) nave missilistica guidata classe Slava, sulle rive del Mare del Nord nel 2014.

Darko Vojinovich / Associated Press:


Un rapporto separato della NBC News dopo l’attentato del Times affermava che l’intelligence statunitense aveva aiutato l’Ucraina ad affondare un lanciamissili guidato da Mosca, il portabandiera della Marina russa.

Richard Haas, diplomatico veterano նախագահ Presidente del Consiglio per le relazioni estere tweet: Rispondendo ai rapporti da Mosca, ha affermato di non poter “capire perché i funzionari statunitensi stanno discutendo degli aiuti statunitensi all’Ucraina, dell’affondamento delle navi russe o dell’uccisione dei suoi generali”.

Haas ha avvertito che “questo rafforza la storia di Putin secondo cui la Russia è una vittima”, mentre distoglie “l’attenzione dalla realtà dell’aggressione russa, dalla sua inefficienza contro l’Ucraina”.

L’amministrazione Biden ha forzatamente respinto l’idea di fornire apertamente informazioni all’Ucraina per prendere di mira persone o obiettivi specifici.

Mercoledì, il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale Adrienne Watson ha affermato che il rapporto del Times si basava su una cosa: “irresponsabile” strada.

“Gli Stati Uniti stanno fornendo intelligence militare per aiutare gli ucraini a difendere il loro paese. “Non stiamo fornendo informazioni per uccidere i generali russi”, ha detto Watson.

Allo stesso modo, giovedì il portavoce del Pentagono John Kirby ha affermato che gli Stati Uniti “non forniscono informazioni sulla posizione del personale militare di alto rango né partecipano alle decisioni di prendere di mira l’esercito ucraino”.

Kirby ha dichiarato in una dichiarazione che gli Stati Uniti non avevano fornito all’Ucraina “informazioni speciali rivolte a Mosca”, ha riferito la NBC.

“Non abbiamo preso parte alla decisione degli ucraini di colpire la nave o all’azione da loro intrapresa”, ha continuato Kirby. “Non eravamo a conoscenza in anticipo dell’intenzione dell’Ucraina di prendere di mira la nave. Gli ucraini hanno il loro. “Capacità di intelligence per rimpatriare le navi della marina russa, come hanno fatto in questo caso”.

L’amministrazione Biden ha affermato che i rapporti di uno scambio di intelligence statunitense sono trapelati. “Tali fughe di notizie e storie come queste non sono utili nei nostri sforzi per aiutare a difendere l’Ucraina”, ha detto Kirby alla CNN venerdì mattina.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, nel frattempo, sembra aver smentito le notizie secondo cui gli Stati Uniti stavano scambiando informazioni con l’Ucraina.

L’esercito russo “è ben consapevole del fatto che gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e la NATO nel suo insieme trasmettono costantemente altri parametri di intelligence alle forze armate ucraine”, ha detto Peskov ai giornalisti giovedì, secondo quanto riportato da Reuters.

Peskov ha affermato che lo scambio di informazioni, combinato con le armi che l’Occidente fornisce all’Ucraina, non “contribuisce alla rapida fine della guerra russa”. Ma ha aggiunto che non ostacolerebbe la capacità della Russia di raggiungere i suoi obiettivi in ​​Ucraina.

Contrariamente alle affermazioni di Peskov, che erano in linea con la rosea propaganda di Mosca sulla guerra, l’esercito russo stava lottando per ottenere un successo significativo in Ucraina dopo che Putin aveva ordinato un’invasione alla fine di febbraio. Si stima che la Russia abbia perso fino a 15.000 soldati. Dopo non aver catturato la donna, la Russia ha rivolto la sua attenzione alla regione orientale del Donbass.

Leave a Comment

Your email address will not be published.