Bandcamp dice che non può permettersi i pagamenti di Google Play, il divieto di file Epic [Updated]

Epic և Google si sta preparando per questa battaglia legale. Potresti ricordare che Google introdurrà presto una lotta contro i pagamenti aggiuntivi nel Play Store. Le nuove regole richiedono che tutte le app che vendono prodotti digitali utilizzino la fatturazione di Google Play entro il 31 marzo, quindi Google riceverà una riduzione delle vendite. Nessuna app non conforme è stata in grado di inviare aggiornamenti dal 31 marzo, ma la scadenza effettiva è il 1 giugno, quando tali app verranno rimosse dal Play Store. Epic Games ha acquistato il popolare sito di musica indipendente Bandcamp a marzo e ha già citato in giudizio Google per la sua ultima acquisizione. Bandcamp non rispetta le regole di pagamento, quindi sarà bandito a giugno. Come parte della sua causa antitrust contro Google, Epic ha presentato una mozione per un’ingiunzione preliminare per bloccare la rimozione di Bandcamp dal Play Store.

Epic ha attaccato Google և le regole di Apple sul loro app store և, che secondo Epic è dovuto a pagamenti in eccesso. A marzo, ci sono state molte domande sul perché il creatore Fortnite: e Unreal Engine acquisteranno un sito di musica indipendente. Uno dei commenti fatti da Tim Ingham, il fondatore di Music Business Worldwide, sembra aver minato la strategia di Epic. Ingam afferma che Epic non poteva costringere Apple a tagliare il suo app store del 30%, in parte perché il modello Epic alternativo che poteva essere mostrato in tribunale era l’Epic Games Store 12 12 12% di pagamento. Gli avvocati di Apple hanno affermato che la redditività del Games Store di Epic giustifica il pagamento del 30% di Apple.

Campo di gang è: Tuttavia, i contenuti digitali sono un’attività redditizia. Bandcamp ha un negozio di contenuti ricercabile che ospita և fornisce contenuti per artisti, addebitando dal 10 al 15 percento. Ingam prevede che Epic manterrà il modello di business di Bandcamp come una valida alternativa ai pagamenti Apple և Google App Store, che Epic utilizzerà la sua nuova acquisizione per attaccare i proprietari di app store. Sembra che stiamo vedendo i primi passi in quel programma.

Bandcamp afferma che la sua attività è incompatibile con Google Play Billing

La causa di Epic sostiene che Google ha il monopolio sulla distribuzione di applicazioni Android, usa il suo potere di monopolio sul suo prodotto di pagamento, Google Play Billing, per collegare illegalmente il suo prodotto di distribuzione di applicazioni a Google Play »: Bandcamp è usato come esempio del danno che questo sistema di pagamento farebbe, sostenendo che il modello di business di Bandcamp è in gran parte incompatibile con Google Play Billing.

Epic solleva una serie di problemi con il sistema di pagamento di Google. Innanzitutto, il sistema di pagamento di Bandcamp è stato “progettato appositamente per massimizzare l’efficienza e ridurre al minimo i costi, consentendo agli artisti di pagare entro 24-48 ore dalla vendita”. Google Play impiega dai 15 ai 45 giorni per pagare e il sistema veloce di Bandcamp è progettato per aiutare gli artisti indipendenti a pagare le bollette mensili in tempo.

In secondo luogo, Epic afferma che Bandcamp sarà in grado di dare l’82% delle sue entrate agli artisti se Google lo taglia del 30%. Epic rileva inoltre che Google ha offerto all’azienda una commissione del 10% dopo che Epic si è lamentata. Google continua a offrire sconti speciali alle sue grandi aziende per i suoi pagamenti sul Play Store. Spotify ha un accordo speciale che ti consente di gestire il tuo sistema di pagamento insieme a Google Play. Epic ha anche rifiutato l’accordo del 10%, dicendo che Bandcamp ora ha un margine di profitto del 7% se taglia il 13%, quindi non può permetterselo.

Una delle lamentele più interessanti è che Google Play Billing semplicemente non è compatibile con il tipo di negozio che esegue Bandcamp. Il primo è che Bandcamp è un mix di contenuti digitali e fisici. Ha senso per una compagnia musicale. Puoi acquistare download digitali, CD fisici o dischi in vinile, nonché prodotti di gruppo come copertine, il tutto in un unico negozio. La fatturazione di Google Play, per gli acquisti in-app, non è stata creata per questo և non supporta le vendite fisiche. Bandcamp deve supportare due diversi sistemi di pagamento: deve gestire due sistemi di pagamento. Il secondo problema con la compatibilità di Bandcamp è che si tratta di un mercato aperto in cui migliaia di artisti vendono prodotti. Google Play supporta il pagamento di un singolo sviluppatore, piuttosto che fungere da intermediario per migliaia di fornitori.

Nel blog di Bandcamp, il CEO Ethan Diamond ha dichiarato: “Se la politica di Google cambia, a partire dal 1 giugno, dovremo trasferire i pagamenti Google ai consumatori (rendendo Android una piattaforma meno attraente per gli amanti della musica), trasferire i pagamenti agli artisti (cosa che non faremmo mai), rendere permanente la nostra attività Android oppure disattiva le vendite digitali nell’app Android. ” Il ritiro degli acquisti a causa delle nuove regole di pagamento di Google è un’opzione che Amazon և Barnes & Noble ha utilizzato all’inizio di questo mese. Il povero Barnes & Noble è anche un produttore Android, ora non può vendere libri digitali su se stesso possedere: hardware!

La causa antitrust di Epic contro Google è prevista per aprile 2023, mentre le applicazioni non conformi saranno disponibili sul Play Store tra un mese. Aspetteremo ulteriori sviluppi.

16:18 ET aggiornamento. Google ha inviato un annuncio.

Questa è un’altra affermazione infondata di Epic, che ora sta utilizzando la sua app Bandcamp appena acquisita per continuare i suoi sforzi per evitare di essere pagata da Google Play. Siamo stati trasparenti sulla politica di pagamento di Play per più di 18 mesi, և come Epic sa, Bandcamp ha solo il 10% di costi di servizio disponibili tramite l’esperienza multimediale di Play, molto meno delle commissioni addebitate sulle proprie piattaforme. Nonostante le loro affermazioni, l’apertura di Android significa che Bandcamp ha molti modi per distribuire la sua app agli utenti Android, anche attraverso altri app store, direttamente agli utenti tramite il loro sito Web o semplicemente come app consumer, come fanno su iOS. :

Leave a Comment

Your email address will not be published.