Ashley Judd rende omaggio a mamma Naomi, fa esplodere Row contro Wade nell’editoriale

Ashley Judd ha preso di mira la potenziale sconfitta di Rowe contro Wade in un editoriale che onora la sua defunta madre Naomi mentre celebra la sua prima festa della mamma senza di lei.

Judd, 54 anni, ha scritto un articolo per USA Today in cui ricorda la sua defunta madre, Naomi Judd, che secondo quanto riferito si è suicidata il mese scorso, un giorno prima di essere inserita nella Music Hall of Fame del paese.

“Questa domenica è un giorno acuto, scioccante, il mio primo giorno di maternità senza mia madre”, ha scritto l’attrice. “È morta pochi giorni prima di mia sorella. Potrei dimostrarle ancora una volta quanto la amiamo e la rispettiamo.

“Non avrebbe dovuto essere così.” “Dovevo fargli visita domenica per dargli una scatola di caramelle antiche, che è la nostra tradizione di famiglia”, ha aggiunto Judd. “Invece, sono preoccupato.” Ma il mio cuore non è vuoto. È pieno di gratitudine per ciò che ha lasciato. La sua educazione e tenerezza, la sua musica e la sua memoria.

Jade, meglio conosciuta per i suoi ruoli in film come Kiss the Girls, Double Danger e Heat, ha scritto del viaggio di sua madre attraverso la malattia mentale, nonostante il fatto che la maternità le fosse imposta. , ha fatto di tutto.

Judd ha scritto che sua madre “ha dovuto combattere come l’inferno per vincere la sua mano per guadagnarsi un posto nella storia”.

Ashley - sua sorella Vinonna (nella foto insieme), che si era esibita con Naomi in

Ashley – sua sorella Vinonna (nella foto insieme), che si era esibita con Naomi in “Judges” per molti anni, ha riferito di aver sofferto di “malattia mentale”.

Judd ha descritto la sua

Judd ha descritto la sua “rabbia furiosa” per la possibilità di Rowe contro Wade, citando tassi di mortalità materna e alti tassi di omicidi e suicidi.

“La maternità le è capitata senza il suo consenso”, ha scritto Judd. “Ha attraversato una gravidanza non pianificata all’età di 17 anni, che l’ha portata al percorso familiare di molte madri adolescenti, tra cui povertà e violenza di genere”.

Judd ha scritto che sua madre “ha dovuto combattere come un inferno per superare la mano che è stata colpita per guadagnarsi un posto nella storia”, aggiungendo: “Non avrebbe dovuto lottare così tanto per condividere i suoi doni con il mondo”.

L’attrice descrive quindi la sua “furia ardente” per la possibilità di Ron contro Wade, notando l’alto tasso di mortalità materna, gli alti tassi di omicidi e suicidi.

“La maternità deve essere sempre una scelta. Ti sembra radicale? Ti sembra che vorrei che io e mia sorella non fossimo nati? “Se la pensi così, dirigerò volentieri la mia rabbia ardente contro di te”, scrisse.

“Come società, quanto possiamo valutare la maternità quando si presume che sia inevitabile?” Quando normalmente accettiamo che le donne և le ragazze lascino la scuola և la forza lavoro poiché ci si aspetta che svolgano un lavoro di assistenza all’infanzia non retribuito. Quando non possiamo proteggere le ragazze dalla povertà e dalla violenza. Lui continuò.

Alla vigilia della festa della mamma, Ashley Judd, 54 anni, (nella foto) ha scritto un articolo per USA Today in cui ricorda la sua defunta madre, Naomi Judd.

Secondo quanto riferito, Naomi Judd (nella foto) si è suicidata il mese scorso quando avrebbe dovuto partecipare alla Country Music of Fame Hall.

Alla vigilia della festa della mamma, Ashley Judd, 54 anni, (a sinistra) ha scritto un editoriale USA Today in cui ricorda la sua defunta madre, Naomi Judd. Secondo quanto riferito, Naomi (a destra) si è suicidata il mese scorso, un giorno prima di entrare nella Country Music Hall of Fame.

Judd ha poi chiesto alle persone di rispettare le loro madri, “esigendo un mondo in cui la maternità, ovunque, sia sana e salva”.

Il suo editoriale arriva pochi giorni dopo che la Corte Suprema degli Stati Uniti sembrava essere pronta a ribaltare Ron v. Wade, una sentenza storica che ha effettivamente legalizzato l’aborto negli Stati Uniti.

La bozza di parere legale trapelata a Politico mostra che i cinque giudici nominati dai repubblicani, la maggioranza del collegio di nove giudici, concordano sul fatto che sarebbe sufficiente cambiare la legge se la loro decisione non fosse definitiva. fino all’annuncio ufficiale del verdetto.

Nel documento trapelato, il giudice conservatore Samuel Alito ha scritto che Roe v Wade, una sentenza della Corte Suprema del 1973 che ha stabilito che l’aborto eccessivo di stato era incostituzionale, era “gravemente sbagliata fin dall’inizio” e “dovrebbe essere ignorata”.

Judd ha perso sua madre pochi giorni fa dopo un incidente leggendario La cantante si è suicidata, lasciando la sua famiglia distrutta.

Ashley – sua sorella Vainonna, che si esibiva con lui al Judes per molti anni, rivelò di aver contratto una “malattia mentale”.

Naomi Judd ha scritto molto sulla sua lotta contro la depressione, menzionando persino il suicidio in una lettera aperta pubblicata sulla rivista People nel 2018.

Nel suo saggio del 2018, Naomi Judd ha sostenuto ulteriori ricerche sulla natura del suicidio.

L'editoriale di Judd arriva pochi giorni dopo che la Corte Suprema degli Stati Uniti sembrava essere pronta a ribaltare Ron v. Wade, un caso storico che ha effettivamente legalizzato l'aborto negli Stati Uniti.

L’editoriale di Judd arriva pochi giorni dopo che la Corte Suprema degli Stati Uniti sembrava essere pronta a ribaltare Ron v. Wade, un caso storico che ha effettivamente legalizzato l’aborto negli Stati Uniti.

“Per comprendere meglio questo problema, dobbiamo incorporare la ricerca sul suicidio nella neurologia di base, trattando la condizione come qualsiasi altro disturbo cerebrale”, ha scritto.

“Le persone che si suicidano hanno problemi di umore, aggressività nel controllo degli impulsi, che coinvolgono tutti circuiti cerebrali discreti che regolano questi aspetti dell’esperienza umana, ma ancora non capiamo come quelle catene scivolino nel cervello suicida. . vittime.

Ha descritto come si sentiva riguardo alla depressione in un’intervista con la rivista People nel 2016.

“Nessuno può capirlo finché non ci sei”, ha detto.

“Pensa al giorno più brutto della tua vita. Qualcuno è morto, hai perso il lavoro, hai appreso di essere stato tradito, che tuo figlio aveva una malattia rara. Puoi prenderli tutti in una volta, raccoglierli և ecco come si sente la depressione. ”

Il suo “Fiume del tempo. In My Depression, How I Found Hope, scrive della lotta di una madre single, della violenza domestica e delle molestie sessuali.

Al culmine della sua popolarità, a Naomi fu diagnosticato il virus dell’epatite C precedentemente incurabile e cinque anni dopo la sua diagnosi fu guarita.

Gli artisti madre-figlia hanno collezionato 14 canzoni n. 1 nella loro carriera di quasi tre decenni. Dopo aver raggiunto l’apice della musica country, l’hanno lasciata nel 1991 dopo che i medici hanno diagnosticato a Naomi l’epatite.

Tra i successi di Judd ci sono: Love Can Build a Bridge nel 1990, Mama He’s Crazy nel 1984, Why Not Me nel 1984, Turn It Loose nel 1988, Girls Night Out nel 1985, Rockin ‘With the Rhythm of the Rain nel 1986. al nonno. 1986

Leave a Comment

Your email address will not be published.