Alzare il tasso di interesse della federazione. Ecco cosa influenzerà i tassi di interesse sul prestito, sul mutuo e sul resto del tuo portafoglio

La Federal Reserve sta usando la sua arma più potente per combattere l’inflazione più alta degli ultimi 40 anni aumentando i tassi di interesse. La Banca centrale ha detto mercoledì che questo era il caso in crescita il suo tasso di interesse a breve termine di riferimento allo 0,5%, il più grande aumento dal 2000.

La Fed mira a ridurre la domanda dei consumatori di beni e servizi da parte dei consumatori. I pensieri continuano a crescere con l’aumento dei tassi di interesse, rendendo più costoso prendere in prestito denaro per acquistare una casa, un’auto o altri beni di prima necessità, spingendo alcune persone a ritardare gli acquisti. Il calo della domanda potrebbe contribuire ad allentare l’inflazione, che ha subito un’accelerazione a marzo – 8,5%La crescita più alta dal 1981.

Questa mossa non dovrebbe essere uno shock completo per i consumatori և imprese, dato che la Fed ha già alzato i tassi di interesse. quarti di punti A marzo ha annunciato che sarebbero arrivate altre campagne. Allo stesso tempo, gli americani sono abituati a tassi di interesse bassi su qualsiasi cosa, dall’acquisto di una casa ai prestiti auto. Un aumento di mezzo punto o dello 0,50% può portare a costi più elevati, che possono sottrarre il tuo budget.

“Per la prima volta in 22 anni, la Federal Reserve è pronta ad aumentare i tassi di interesse di oltre un quarto di punto percentuale”, ha affermato Greg McBride, chief financial officer di Bankrate, in una lettera prima dell’annuncio della Fed. “Questo suggerisce i passi che le famiglie dovrebbero intraprendere per stabilizzare le proprie finanze. Ripagare il debito, in particolare il costoso debito della carta di credito ad altri tassi di interesse variabili, e aumentare i risparmi di emergenza. ”

Naturalmente, anche con il più grande aumento dei tassi dal 2000, quando gli Stati Uniti erano nella bolla delle dot-com, i tassi di interesse rimangono storicamente bassi. Secondo i dati compilati da Bankrate, in caso di crescita, il tasso di interesse dei fondi federali sarà probabilmente dell’1%, rispetto al 6,5%, quando la Banca Centrale ha alzato i tassi di interesse per l’ultima volta di pari importo nel 2000.

Ecco cosa significherà un aumento di prezzo per il tuo portafoglio.

Quanto ti costerà aumentare il tasso di interesse?

Ogni aumento dello 0,25% equivale a un ulteriore $ 25% di debito annuale di $ 10.000. Pertanto, l’aumento di 50 punti base si trasformerà in un ulteriore $ 50 percento per ogni $ 10.000 di debito.

Tuttavia, gli economisti non si aspettano che la Fed smetta di aumentare i tassi di interesse dopo l’annuncio di mercoledì. Gli economisti prevedono che la Federal Reserve aumenterà di 50 punti base a giugno e che un’ulteriore crescita seguirà più avanti nel 2022.

Secondo Jacob Channel, analista economico senior di LendingTree, entro la fine dell’anno il tasso di interesse sui fondi federali potrebbe raggiungere il 2% o più. Ciò rappresenta un aumento di circa l’1,5% rispetto al livello attuale, il che significa che i consumatori possono pagare un tasso di interesse aggiuntivo di $ 150 su ogni debito di $ 10.000.

Carte di credito, linee di credito home equity

Secondo l’esperto di credito di LendingTree Matt Schultz, molti consumatori si sentiranno meglio grazie alle loro carte di credito.

“Il debito della tua carta di credito sta per aumentare, non si fermerà presto”, ha scritto Schultz in una e-mail.

“Ci aspettiamo di vedere TAEG più elevati nel ciclo di fatturazione dopo l’annuncio della Fed”, ha aggiunto. I tassi di interesse delle carte di credito sono aumentati del 75% dall’aumento di marzo della federazione, che Schultz rivede ogni mese, ha affermato.

“Il margine di errore finanziario per la maggior parte degli americani è piccolo: quando il gas, il cibo, tutto sembra aumentare, anche i tassi di interesse stanno salendo, rende tutto molto più difficile”, ha scritto. “Ora è il momento di concentrarsi sul debito della carta di credito”.

Si consideri ad esempio una carta di credito con bonifico dello 0% o un prestito personale con un tasso di interesse basso. I consumatori possono anche chiamare le società di carte di credito e chiedere un tasso di interesse più basso, che spesso è un approccio di successo, ha aggiunto.

Anche altri tipi di prestiti a tasso di interesse possono avere un impatto, come linee di prestito di equità domestica e mutui a tasso di interesse rettificato in base al tasso di interesse. Anche i prestiti automobilistici possono aumentare o possono diventare più sensibili alla concorrenza degli acquirenti, il che potrebbe indebolire l’impatto della crescita della Fed.

I tassi di interesse sui mutui ipotecari continueranno a crescere?

Gli acquirenti di case sono già stati onorati dall’aumento dei tassi di interesse sui mutui, che sono aumentati di circa due punti percentuali in un anno, superando il 5%.

Aggiunge: mille dram per le spese annuali sull’acquisto di una casa. Ad esempio, un acquirente che acquista una casa da $ 250.000 con un prestito a termine di 30 anni a un tasso di interesse medio del 5,3% la scorsa settimana pagherà $ 3.300 in più all’anno rispetto a quanto pagherebbe con lo stesso mutuo nell’aprile 2021, secondo alle figure. Associazione nazionale degli agenti immobiliari.

Ma l’aumento del tasso di interesse della Fed potrebbe non tradursi in un aumento immediato dei tassi ipotecari, secondo Channel di LendingTree.

“In effetti, questo recente aumento dei tassi potrebbe trasformarsi in tassi ipotecari, che attualmente sono in media del 5,10% per un mutuo a tasso fisso di 30 anni”, ha affermato. “Allo stesso tempo, i tassi sono aumentati notevolmente quest’anno, possono andare anche più in alto”.

Conti di risparmio, CD

Se c’è un lato positivo per i consumatori, è che i conti di risparmio e i certificati di deposito possono fornire rendimenti più elevati.

“È probabile che i tassi di cambio accelerino dopo che la Fed ha alzato i tassi di interesse a maggio”, ha affermato Ken Toumin in una e-mail a DepositAccounts.com.

Ad aprile, il rendimento medio dei conti bancari online è aumentato di 4 punti base allo 0,54% per i conti di risparmio, mentre i CD a 5 anni sono aumentati di 47 punti base all’1,7%.

Che si tratti o meno di un rendimento migliore per i risparmiatori è ancora problematico in un periodo di alta inflazione. Anche con questi tassi di interesse più elevati, i risparmiatori stanno effettivamente sprecando i loro soldi spingendoli in un conto di risparmio, mentre l’inflazione è superiore all’8%.

Leave a Comment

Your email address will not be published.