Almeno tre persone sono state uccise in una serie di presunti attacchi terroristici in Israele

La polizia afferma che l’incidente, avvenuto il giorno dell’indipendenza di Israele, ha coinvolto due sospetti aggressori. La polizia ha detto che uno di loro ha sparato con una pistola e l’altro ha attaccato le persone con un’ascia o un coltello.

Secondo la polizia israeliana, i sospetti non sono ancora stati arrestati, che ha invitato il pubblico a stare lontano dalla scena.

“In questo momento, i controlli di sicurezza si trovano su diverse strade, insieme all’elicottero, alla ricerca dell’auto, che hanno visto mentre fuggivano dalla scena”, ha detto il rappresentante della polizia.

Le fotografie scattate sulla scena mostrano diverse ambulanze, comprese ambulanze e motocicli.

L’ospedale ha riferito che due dei feriti erano arrivati ​​al Baylinson Hospital. Uno è in una condizione grave, un altro è in una condizione grave, si dice.

“Questo è un evento molto difficile. “Quando siamo arrivati, abbiamo notato che era una scena difficile”, ha detto Alon Rizkan, un paramedico del Servizio di risposta alle emergenze israeliane (MDA) Magen David Adom.

Tutti e tre i morti erano uomini sopra i 40 anni, ha detto Rizkan.

Due uomini, 60 և 35 anni, sono rimasti gravemente feriti, ha detto Rizkan. Un uomo di 40 anni è stato moderatamente ferito mentre combatteva con gli aggressori e un uomo di 23 anni è stato leggermente ferito, ha aggiunto.

L’attacco segna l’ultimo di una serie di violenti attacchi contro Israele e i territori palestinesi nelle ultime settimane.

Secondo la CNN, dozzine di persone sono state uccise in attacchi in Cisgiordania in Israele dal 22 marzo.

In un incidente, due persone sono rimaste uccise e più di una dozzina sono rimaste ferite in una sparatoria in un bar in una zona trafficata di Tel Aviv.

Solo a marzo, 11 persone sono state uccise in tre attacchi nelle città israeliane in una sola settimana.

In una dichiarazione, il primo ministro Naftali Bennett ha condannato l’attacco di giovedì e ha espresso le sue condoglianze alle famiglie delle vittime.

“I nostri nemici hanno lanciato una campagna di genocidio contro gli ebrei, ovunque si trovino. Il loro obiettivo è spezzare il nostro spirito, ma falliranno. “Faremo in modo che i terroristi, l’ambiente che supportano, si assicurino che ne paghino il prezzo”. si dice nell’annuncio.

Anche il presidente dell’Autorità Palestinese Mahmoud Abbas ha condannato le violenze giovedì, secondo una dichiarazione del suo ufficio.

“L’uccisione di civili israelo-palestinesi porta solo a un ulteriore deterioramento della situazione in un momento in cui tutti ci sforziamo per raggiungere la stabilità e prevenire l’escalation”, ha affermato Abbas in una nota.

Abbas ha messo in guardia contro i coloni ebrei, usando l’incidente come scusa per “attaccare e rispondere al nostro popolo palestinese”.

Ha aggiunto che “una pace duratura, globale e giusta è il modo più breve e migliore per garantire sicurezza, stabilità e stabilità ai popoli israelo-palestinesi, i popoli della regione”.

Nella tarda notte di giovedì, i gruppi militanti palestinesi a Gaza, Hamas e la Jihad islamica hanno elogiato il presunto attacco terroristico senza rendergli apertamente omaggio.

Il portavoce di Hamas Fawzi Barhoum ha collegato l’attacco agli scontri nel complesso della moschea di Al-Aqsa a Gerusalemme.

Cinque persone sono morte a colpi di arma da fuoco vicino a Tel Aviv: terzo attacco in Israele in una settimana

“Questo è un atto coraggioso ed eroico, una risposta naturale alle violazioni dell’occupazione contro la moschea di Al-Aqsa”, ha detto alla CNN, riferendosi alla presenza della sicurezza israeliana nel complesso.

“L’attacco” invia un messaggio all’occupazione che tutti i suoi crimini e violazioni torneranno solo su di essa”, ha detto, riferendosi a Israele. “È nostro diritto naturale per il nostro popolo rispondere ai crimini di occupazione, trattenerli, proteggere i nostri diritti. “Oggi l’occupazione sta pagando il prezzo delle sue violazioni”.

Muhammad Hamid Abu Al Hassan, membro del Politburo della Jihad islamica, si è congratulato con gli aggressori.

“La profanazione dell’esercito occupante della moschea di Al-Aqsa, i coloni, ha superato tutte le linee rosse. La nostra gente continuerà a rispondere a questa aggressione”, ha detto, riferendosi agli scontri nel complesso di giovedì.

Solo i musulmani possono visitare il luogo sacro, chiamato dagli ebrei il Monte del Tempio e Haram al-Sharif, o Santuario nobile, dai musulmani durante gli ultimi 10 giorni del Ramadan ogni anno. Gruppi di ebrei israeliani hanno ripreso la loro visita giovedì.

Il portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price ha affermato che il presunto attacco terroristico di giovedì è stato “probabilmente l’ultimo di una serie di atti atroci che hanno scosso Israele nelle ultime settimane”.

“Li abbiamo visti prima di questo tempo santo, un misto di Pasqua, Pasqua e Ramadan. Li abbiamo visti prima della vetta del Neg. E se questo è ciò che sembra, è qualcosa che condanneremo. “Nei termini più forti”, ha detto Price.

“Il nostro impegno nei confronti dei nostri partner israeliani, per la sicurezza di Israele, è ironico. Forniremo tutta l’assistenza che potrebbe essere necessaria in questo caso”, ha aggiunto.

I presentatori della CNN Jennifer Hansler և Jorge Engels hanno partecipato ai rapporti.

Leave a Comment

Your email address will not be published.