Agli ucraini affamati è stato impedito di ricevere aiuto, la mancanza di grano ucraino potrebbe causare una carenza di cibo mondiale. 60 minuti

Sono giorni di pericolosa escalation in Europa. I combattimenti si sono diffusi oltre l’Ucraina fino alla vicina Russia e Moldova. La presidente della Camera Nancy Pelosi ha affermato oggi che lei և la delegazione statunitense ha incontrato il presidente ucraino Vladimir Zelensky և ha promesso il sostegno degli Stati Uniti fino a quando “la vittoria non sarà raggiunta”. Il Congresso sta valutando 33 miliardi di dollari in aiuti, mentre gli Stati Uniti stanno affrettando l’artiglieria pesante. Ieri nuovi missili russi hanno colpito la vitale città portuale di Odessa. Odessa è un importante esportatore di grano, ղեկավար il capo del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite dice stasera che il porto dovrebbe essere riaperto per evitare la carestia. Il Programma alimentare mondiale sta nutrendo gli ucraini affamati combattendo la fame nel mondo.

Abbiamo viaggiato al porto dell’Ucraina և Odessa per assistere al raccolto della guerra.

La fede attira centinaia di persone in chiesa a Odessa, una città dove gli sfollati di guerra raccolgono ogni giorno 10.000 pani di speranza. Vengono, vestiti con gli abiti di una vita precedente, senza niente nei loro sacchi, senza lavoro, senza casa, solo l’opportunità di sopportare un giorno di guerra senza fame. Nell’angolo, quelli che erano già abbastanza ansiosi raccolgono l’elemosina in scatole che sfamano una famiglia di quattro persone per due settimane. Pasta, olio, carne in scatola. Pesa 38 libbre e mezzo, quindi la mamma può davvero usare la sua mano. Il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite gestisce centinaia di tali siti in Ucraina.

Scott Pelly. Hai paura di quante persone possono morire di fame in questo paese?

A Odessa abbiamo parlato con David Beasley, Direttore Esecutivo del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite.

David Beasley. Si deve presumere che milioni di persone siano in pericolo in questo momento. Arriviamo già a circa 2 milioni. Speriamo di raggiungere 4 milioni nelle prossime settimane e 6 milioni dopo. Dipenderà da due cose: soldi e disponibilità.

Tuttavia, l’ingresso delle vittime della guerra nelle città pesantemente assediate dell’Ucraina orientale è stato interrotto.

David Beasley. Non possiamo raggiungerli. Siamo bloccati. Non possiamo entrare in città assediate come Mariupol, Nicholas, Kherson, potrei andare avanti all’infinito. Devono morire di fame.

Scott Pelly. Perché i russi non permetteranno che il cibo venga consegnato agli affamati?

David Beasley. È oltre l’immaginazione. Perché hai negato cibo alle vittime innocenti della guerra, non ai combattenti? È solo sbagliato, malvagio.

Il male assistito da Andrey Khludov.

ukrainescreengrabs02.jpg:
Hannah, Rostislav և Andrey Khludov

La famiglia di Khludov l’ha evitato. La loro città natale, Mariupol, aveva una popolazione di 400.000 abitanti. Le forze russe non potevano sopportarlo, quindi hanno bombardato Mariupol fino a quando non è stato distrutto.

Andrey Khludov (tradotto). Tutti abbiamo perso persone care, parenti, casa, lavoro. Voglio dire, quella che chiamavamo vita quotidiana ordinaria è scomparsa.

Scott Pelly. Hai girato un video a Mariupol. Perché hai girato quello che c’è sopra?

Andrey Khludov (tradotto).

Khludov ha registrato le prove dalle capsule che erano in qualche modo insensibili in lontananza.

È un viaggio di miseria, condomini crollati, crateri per terra.

Andrey Khludov (tradotto). Non ci sono più case, negozi, farmacie, scuole integre.

Ha detto la sua compagna Hannah.

Rostislav ha 15 anni, un giovane che si veste con la speranza dell’esperienza.

Rostislav (traduzione). Le case sono state colpite da razzi, appartamenti e automobili sono stati fatti saltare in aria. Avevamo tombe nei nostri cortili, molte tombe.

Scott Pelly. Vladimir Putin dice che sta liberando il popolo ucraino.

Andrey Khludov (tradotto). Oh, ci libera dall’appartamento, dagli amici, dai parenti, dalle comodità, dal lavoro, da casa. Liberandoci dalla vita. Se l’omicidio libera, allora liberano noi.

ukrainescreengrabs04.jpg:
Il sindaco Gennady Trukhanov և Il corrispondente Scott Pelli attraversa l’edificio bombardato di Odessa

Basta liberare Odessa. Il terminal petrolifero è stato distrutto questo mese. Poi, il 23 aprile, il giorno prima della Pasqua ortodossa, il razzo ha fatto un buco di quattro piani attraverso questo condominio in via Korolova. Valeria Glodan e sua figlia Kira di 3 mesi sono state uccise insieme ad altre sei. 145 sono senzatetto. Il sindaco di Odessa, Gennady Trukhanov, ci ha portato dentro in modo che il mondo potesse vederlo da vicino.

Gennady Trukhanov (tradotto). Queste sono persone normali in questi appartamenti. Si stavano preparando per la Pasqua. Tutti fanno dolci pasquali, cuochi. Vacanza in famiglia.

Scott Pelly. Chi darà un ordine del genere?

Gennady Trukhanov (tradotto). Solo chi non è umano può farlo. Quando mi rivolgo a Dio, gli chiedo di illuminare i soldati russi, gli ufficiali russi, affinché non perdano la loro umanità. Almeno quelli che non l’hanno già perso.

Abbiamo notato Lyudmila attraverso il tessuto delle bretelle. I suoi figli non erano a casa quella mattina, ma suo marito era a casa.

Lyudmila (tradotto). Mio marito era seduto proprio lì con te! Al momento dell’esplosione, è uscito dalla finestra, ma è rimasto gravemente ustionato.

Andrey ha bruciato più del 40% del suo corpo.

Lyudmila (tradotto). Mio marito si riprenderà. Tutti i soldi che abbiamo bruciato. Non ho più niente. Ma ho molti amici. E le persone aiutano, quindi andrà tutto bene.

ukrainescreengrabs07.jpg:
Lyudmila

A Odessa sembra prevalere l’ottimismo, sgomberato da materiali inadeguati. Questo insediamento nel Mare del Nord iniziò circa 3000 anni fa. Oggi, un milione e mezzo di persone sono contro i russi, solo che passano la loro giornata, che di tanto in tanto è interrotta da segnali ված sonori registrati. “Cari cittadini, copritevi”.

Il porto di Odessa è chiuso. Che ha fermato uno dei maggiori esportatori alimentari del mondo. L’Ucraina, grande quanto il Texas, è quarta con mais e grano, prima con olio di girasole. David Beasley ci ha detto che metà del grano necessario per il Programma alimentare mondiale era rimasto in Ucraina.

David Beasley. L’Ucraina è il paniere del mondo. Coltivano abbastanza cibo per sfamare 400 milioni di persone. Bene, è andato. Vedete già l’aumento dei prezzi del carburante, l’aumento dei prezzi del cibo, l’aumento dei costi di spedizione. Sta già devastando i più poveri del mondo. Ma non riguarderà solo i più poveri. Toccherà tutti.

Beasley è l’ex governatore della Carolina del Sud. Ha presieduto per cinque anni il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite. La sua agenzia da 10 miliardi di dollari sta combattendo la povertà, il fallimento dei raccolti, la carestia di guerra. Oggi, il WFP nutre più di 145 milioni di persone in 81 paesi.

ukrainescreengrabs00.jpg:
David Beasley

Eravamo con loro in Sud Sudan nel 2016 mentre scaricavano cibo nei villaggi isolati dalle piogge monsoniche.

David Beasley. Quindi, proprio quando pensi che non possa esserci niente di peggio, Etiopia, Afghanistan. E tu dici: “Semplicemente non può andare peggio”. Dopo il boom, l’Ucraina. Cestino del pane mondiale, ora linee per il pane.

La perdita di quel paniere ucraino potrebbe essere avvertita per anni in tutto il mondo, secondo l’economista capo del WFP Arif Hussein.

Arif Hussein. Questo è il momento per gli agricoltori di essere lì, a seminare il mais.

Scott Pelly. Proprio adesso:

Arif Hussein. Proprio adesso: Questo è il loro momento. E non lo sono. Come mai? Perché i contadini sono soldati. Come mai? Perché il gasolio non basta. Guarda il grano. In questo momento, ciò che è grano invernale è nel terreno. Ha bisogno di pesticidi. Ha bisogno di fertilizzante. Le stesse domande. Niente manodopera, niente carburante, niente auto. Stimiamo che verrà effettivamente raccolto il 30-50%. Influirà sul mondo? Inferno, sì, influenzerà il mondo.

ukrainescreengrabs11.jpg:
Arif Hussein

David Beasley. Dobbiamo aprire queste porte. Tu, devi aprirli, և dobbiamo proteggerli in modo che il cibo possa spostarsi և andare in questo paese per il resto del mondo. È un bisogno umanitario, il mondo lo richiede, dobbiamo aprire quei porti, dobbiamo.

Scott Pelly. Sembri pensare che le navi da guerra della NATO dovrebbero entrare in mare per navigare fuori dal porto.

David Beasley. Sono un filantropo, ma non è difficile. I leader mondiali devono in qualche modo unirsi per trovare un modo per proteggere queste rotte marittime. Le porte devono essere aperte. Quindi, qualunque cosa facciano i leader mondiali, lo lascerò a loro. Ma una cosa che so è che il tempo sta finendo.

Zhamanak և str. David Beasley ci ha detto che il suo budget è inferiore a $ 10 miliardi in tutto il mondo a causa dell’aumento delle tariffe di carburante, cibo e trasporto, che viene moltiplicato per COVID.


Lotta alla fame | Archivio di 60 minuti

13:38:

David Beazley. Scott, prima dell’Ucraina stavo già tagliando milioni di persone in tutto il mondo. Abbiamo già ridotto al 50% la quota di oltre 8 milioni di persone. Immagina per un secondo di essere stato trasposto nel mondo guidato dal karmico di Earl. “Posso darti da mangiare solo ciò di cui hai bisogno per avere una dieta sana.”

Scott Pelly. Come dare priorità?

David Beazley. Quindi prendiamo cibo dai bambini affamati e lo diamo ai bambini affamati. Questo è quello che stiamo facendo adesso.

Nonostante i milioni che raggiunge, anche della metà, Beazley è molto preoccupato per coloro che rischiano di morire di fame nell’Ucraina occupata dai russi. Sta negoziando personalmente con la Russia per l’ingresso.

David Beasley. Ho scritto. Ho chiamato. So che le Nazioni Unite stanno facendo tutto il possibile per darci accesso, perché siamo imparziali. Siamo neutrali. E tutto ciò che chiediamo è: “Dateci la possibilità di raggiungere le vittime innocenti di questa guerra”.

Scott Pelly. Ma è nell’interesse dei russi far morire di fame quelle persone.

David Beasley. Beh, certo che lo farebbe, no?

Il cibo è ora un’arma in questa guerra. Il ristorante, che si stava preparando per i soccorsi in caso di catastrofe per World Central Kitchen, è stato colpito da un attacco aereo e quattro persone sono rimaste ferite. I sacchi di sabbia proteggono i sotterranei della chiesa. Le ambulanze ci sono, nessuno è sicuro che la chiesa non sia un bersaglio. La famiglia Khludov di Mariupol non si fa illusioni su un nemico spietato.

Scott Pelly. Mi chiedo se pensi che la tua famiglia abbia un futuro in Ucraina?

Andrey Khludov (tradotto). Vorrei che l’Ucraina distruggesse la Russia sul campo. Così, questo Stato fascista, per il quale non c’è posto nella società moderna, cessa di esistere. Vorrei che l’Ucraina, և tutti noi che viviamo lì, iniziassimo a costruire una nuova vita, a costruire la nostra nuova casa.

Abbiamo notato qualcosa nei sacchi di sabbia che proteggeva la scorta di cibo, i sacchi stessi. Poiché non sono più utili, gli abitanti di Odessa hanno utilizzato i sacchi per esportare cibo. Sacchi di avena, piselli e spezie sono pieni di sabbia, il raccolto sterile della guerra.

Produttore: Nicole Young. Produttore associato: Christine Steve. Il partner dell’emittente Michel Karim. A cura di Craig Crawford.

Leave a Comment

Your email address will not be published.