A Mariupol sono in corso evacuazioni. Pelosi ha visitato l’Ucraina

ZAPORICA, Ucraina (AP) – I civili sono stati evacuati domenica da un’acciaieria assediata nella città ucraina di Mariupol dopo un discorso della presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi. Ha rivelato di aver visitato il presidente dell’Ucraina per mostrare il suo incrollabile sostegno americano alla difesa del paese contro l’invasione russa.

Un video pubblicato dalle truppe ucraine su Internet mostra donne anziane e madri con bambini piccoli in abiti invernali che si arrampicano su un mucchio di detriti sotto le macerie dell’acciaieria Azovstal e poi salgono su un autobus.

Il presidente ucraino Vladimir Zelensky ha dichiarato lunedì che più di 100 civili, per lo più donne e bambini, dovrebbero arrivare nella città di Zaporozhye, controllata dall’Ucraina.

“Oggi, per la prima volta in tutti i giorni della guerra, questo corridoio vitale (umanitario) ha iniziato a funzionare”, ha detto in un messaggio preregistrato pubblicato sulla sua app di messaggistica Telegram.

Il consiglio comunale di Mariupol ha detto al Telegram che l’evacuazione dei civili da altre parti della città sarebbe iniziata lunedì mattina. Le persone che in precedenza erano fuggite dai territori occupati dalla Russia hanno affermato che i loro veicoli erano stati bombardati e funzionari ucraini avevano ripetutamente accusato le forze russe di aver sparato sulle rotte di evacuazione concordate da entrambe le parti.

Più tardi, domenica, uno dei difensori dell’impianto ha affermato che le forze russe avevano ripreso il lancio di razzi sull’impianto non appena l’evacuazione di un gruppo di civili era stata completata.

Il comandante della 12a brigata operativa della Guardia nazionale ucraina Denis Shlega ha dichiarato in un’intervista televisiva domenica sera che diverse centinaia di civili sono rimasti intrappolati accanto ai “numerosi” corpi di circa 500 soldati feriti.

“Decine di bambini piccoli sono ancora nei bunker sotto la fabbrica”, ha detto Schlega. “Dobbiamo evacuare in una o due fasi”.

Il vice comandante del reggimento Azov Sviastoslav Palamar, che aiuta a proteggere l’acciaieria, ha detto domenica all’Associated Press in un’intervista con Mariupol che anche alcuni dei feriti all’interno dell’impianto erano difficili da raggiungere.

Miniatura del video di Youtube

“Ci sono rovine. Non disponiamo di attrezzature speciali. “È difficile per i soldati raccogliere tonnellate di lastre con le sole mani”, ha detto. “Sentiamo le voci di persone che sono ancora vive” all’interno degli edifici crollati.

Circa 100.000 persone potrebbero ancora rimanere bloccate a Mariupol, inclusi fino a 1.000 civili intrappolati da circa 2.000 caccia ucraini sotto un’acciaieria di epoca sovietica, l’unica parte della città non catturata dai russi.

Mariupol, una città portuale nel Mar d’Azov, è un obiettivo chiave per la sua posizione strategica vicino alla penisola di Crimea, che la Russia ha sequestrato all’Ucraina nel 2014.

Il portavoce umanitario delle Nazioni Unite Saviano Abreu ha detto che i civili che erano rimasti bloccati nell’impianto per circa due mesi avrebbero ricevuto assistenza umanitaria immediata, compresi i servizi psicologici, quando sarebbero arrivati ​​a Zaporozhye, a circa 140 miglia (230 chilometri) a nord-ovest di Mariupol.

Mariupol ha visto le peggiori sofferenze. Nelle prime settimane di guerra, l’ospedale di maternità è stato colpito da un mortale attacco aereo russo, uccidendo almeno 300 persone a seguito di un bombardamento a teatro di un rifugio civile.

Medici Senza Frontiere (MSF) si trovava al Centro per lo sfollamento di Zaporozhye in preparazione all’arrivo di un convoglio delle Nazioni Unite. Lo stress, la stanchezza e la mancanza di cibo hanno probabilmente indebolito i civili della fabbrica.

Il vice comandante del reggimento ucraino Svyatoslav Palamar, nel frattempo, ha chiesto l’evacuazione dei combattenti ucraini feriti e dei civili. “Non sappiamo perché non vengano presi, la loro evacuazione in un’area controllata dall’Ucraina non è in discussione”, ha detto in un video pubblicato sabato sul canale Telegram del reggimento.

Un video all’interno di un’acciaieria condiviso con l’Associated Press da due donne ucraine che hanno affermato che i loro mariti erano tra i combattenti che si rifiutavano di arrendersi mostrava uomini con bende insanguinate, ferite aperte o arti amputati, inclusa la cancrena. L’AP non è stato in grado di individuare la posizione del video և la data, che secondo le donne è stata fatta la scorsa settimana.

Allo stesso tempo, Pelosi e altri legislatori statunitensi hanno visitato Ki sabato. È il più alto legislatore americano a recarsi nel paese dall’invasione russa del 24 febbraio. La sua visita arriva pochi giorni dopo che la Russia ha lanciato razzi contro il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres durante una visita nella capitale.

Jason Crowe, un veterano dell’esercito americano e membro del House Intelligence Committee, ha detto di essere venuto in Ucraina in tre direzioni: “Armi, armi, armi”.

In un discorso televisivo domenica sera, Zelensky ha affermato che oltre 350.000 persone sono state evacuate dalle zone di guerra attraverso corridoi umanitari, concordati con Mosca dall’inizio dell’invasione russa. “L’organizzazione dei corridoi umanitari (con la Russia) è uno degli elementi del processo negoziale in corso”, ha affermato.

Zelensky ha anche accusato Mosca di aver condotto una “guerra di annientamento”, affermando che i bombardamenti russi avevano colpito depositi di cibo, grano, fertilizzanti, aree residenziali a Kharkov, Donbas e altre aree.

“Quale può essere il successo strategico della Russia in questa guerra?” Francamente, non lo so. “Le vite rovinate delle persone e le proprietà bruciate o rubate non daranno nulla alla Russia”, ha detto.

A Zaporozhye, i residenti hanno ignorato i segnali di attacco aereo և gli avvertimenti di rifugiarsi a casa per visitare le tombe domenica, quando gli ucraini celebrano il Giorno dei Morti dei cristiani ortodossi.

“Se i nostri morti potessero alzarsi e vederlo, direbbero. “È impossibile, sono peggio dei tedeschi”, ha detto il 61enne Henadi Bondarenko, celebrando la giornata con la sua famiglia a un tavolo da picnic al cimitero. “Tutti i nostri morti si uniranno ai combattimenti, compresi i cosacchi”.

Le forze russe hanno lanciato un’importante operazione militare per impadronirsi di vaste aree dell’Ucraina sudorientale dopo aver catturato la capitale, Ki.

A seguito dell’attacco della posta in gioco alta russa, le forze ucraine stanno combattendo villaggio per villaggio : Più civili in fuga dagli attacchi aerei և bombardamenti.

Funzionari dell’intelligence ucraina hanno accusato le forze russe di sequestrare strutture mediche per curare i soldati russi feriti in diverse città occupate, oltre a “distruggere infrastrutture mediche, confiscare attrezzature e lasciare la popolazione senza cure mediche”.

È difficile avere un quadro completo della battaglia nell’Ucraina orientale, poiché gli attacchi aerei e l’artiglieria hanno reso estremamente pericoloso il movimento dei giornalisti. Inoltre, sia l’Ucraina che i ribelli sostenuti da Mosca hanno imposto severe restrizioni ai rapporti dalla zona di guerra.

Ma gli analisti militari occidentali affermano che l’attacco è molto più lento del previsto. Finora, i separatisti russi sembravano aver avuto scarso successo in un mese dopo che Mosca aveva annunciato che avrebbe concentrato la sua presenza militare a est.

Centinaia di milioni di dollari in aiuti militari sono confluiti in Ucraina dall’inizio della guerra, ma il vasto arsenale russo significa che l’Ucraina continuerà a chiedere un enorme sostegno.

Con un gran numero di armi da fuoco ancora in riserva, l’attacco della Russia potrebbe intensificarsi, attaccando gli ucraini. In totale, l’esercito russo ha circa 900.000 dipendenti in servizio attivo, una forza aerea e una marina molto più grandi.

Nella regione russa di Kursk, al confine con l’Ucraina, domenica un ordigno esplosivo ha danneggiato un ponte ferroviario, è stata avviata un’indagine penale, ha riferito il governo della regione in un post pubblicato su Telegram.

Nelle ultime settimane sono stati segnalati numerosi incendi ed esplosioni nelle regioni di confine della Russia, tra cui Kursk. I depositi di munizioni sono stati dati alle fiamme nella regione di Belgorod dopo che le esplosioni sono state udite. Le autorità della regione di Voronezh hanno affermato che il sistema di difesa aerea ha danneggiato un drone. Un deposito di petrolio a Bryansk è stato dato alle fiamme una settimana fa a causa di un incendio.

___

Pesce segnalato da Slovyansk. I giornalisti dell’Associated Press John Gambrel և Yura Karmanau a Lviv, Mstislav Chernov a Kharkov և Collaboratori di AP da tutto il mondo hanno contribuito a questo rapporto.

___

Segui la copertura AP della guerra in Ucraina su https://apnews.com/hub/russia-ukraine

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *